lunedì 5 giugno 2017

Tre immancabili discese naturali sull' Appennino modenese

L' Alto Appennino modenese è ormai una affermata meta per discipline gravity ed enduro: merito di una vasta offerta di qualità, quantità ed accoglienza. Scegliere un numero rappresentativo di tre percorsi che possano rappresentare al meglio questo territorio non è facile, perchè impone di scartarne molti altri.  
Scafa del Gatto - Rio Canalone - Pino Solitario: è questa la terna proposta in questo articolo. Tre discese naturali, (piste nere per il livello di difficoltà) la cui partenza è situata in un punto strategico, come quello tra Pian del Falco ed il Lago della Ninfa, che fà da congiunzione per altri possibili itinerari più a lungo raggio che si è soliti affrontare d'estate. 





https://www.amazon.it/itinerari-Mountain-LAppennino-Modenese-pellegrini/dp/8892605925/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&qid=1505645939&sr=8-3&keywords=appennino+modenese+mtb&linkCode=ll1&tag=raffganz-21&linkId=a46310697d655370d4305a96f0976de8

                                                                   Scarica le tracce

https://drive.google.com/open?id=0B1_pCwlvAS6NclpubzNwdXVUVEk

Si tratta delle discese più tradizionali per la loro "anzianità di servizio", oltre ad essere le rotte più battute durante gli appuntamenti di grande richiamo come il Funky Day che si svolge ogni anno.
Inoltre sono facilmente raggiungibili tramite la funivia di Pian del Falco a Sestola, o quella di Montecreto.   
Vediamole in dettaglio partendo dalla Scafa del Gatto: la più breve ma decisamente la più intensa.


L'imbocco è all'altezza del Guard Rail. Dopo un breve prologo di mulattiera si passa all' infuocato sentiero che per 3 km non concederà un attimo di tregua a freni e sospensioni. Da qui fino alla strada provinciale che collega Sestola con Montecreto si sviluppa una serie continua di funambolici passaggi su roccia al cardipalma. In alcuni punti le rocce sono abbastanza scivolose anche a causa della gommatura prodotta dai frequenti passaggi. 
Le pendenze decisamente accentuate soddisferanno anche gli amanti del gravity.
In condizioni di  bagnato non è nemmeno da prendere in considerazione.


Novità TROY in offerta sul nostro affiliato ALLTRICKS



http://track.effiliation.com/servlet/effi.redir?id_compteur=14241959&url=http%3A%2F%2Fat.alltricks.it%2Fdynclick%2Falltricks-it%2F%3Feaf-publisher%3Deffiliation%26eaf-name%3D**partenaire_id**-effiliation%26eaf-creative%3Ddeeplink%26eaf-creativetype%3D%26eseg-name%3Did_affilie%26eseg-item%3D1395066923%26eaf-mediaplan%3Dgenerique%26utm_source%3Deffiliation%26utm_medium%3Dcpa%26utm_campaign%3D**partenaire_id**%26utm_term%3D1395066923%26eurl%3Dhttps%3A%2F%2Fwww.alltricks.it%2FC-136991-troy-lee-designs%2FN-79675-negozio~caschi%252C-protezioni%2FN-79623-offerta~novita%2FI-Page1_20


La seconda traccia è la Rio Canalone, lunga e tortuosa 



IT - 300x250





Un primo tratto su un falsopiano piuttosto avventuroso che attraversa una prateria dall'erba alta e con scalette per superare il filo spinato dei recinti. Panorami stupendi con la piramide del Cimone in bella vista sullo sfondo e spazi aperti a 360 gradi dal mare alla pianura padana. Dopo circa un km inizia la discesa in coincidenza con il limitare del bosco. La parte più tecnica è quella centrale (inizia al km 3,7 dopo una breve risalita sull'antica mulattiera) con passaggi molto spigolosi tra rocce e radici che impongono una guida molto fisica. Come si intuisce anche dal nome, il creatore di questa traccia altri non è che la forza erosiva dell'acqua.
Arrivo alla funivia di Montecreto.

Ultima, ma non meno emozionante, è la celeberrima discesa del Pino Solitario


                                GIF 300x250

Partenza analoga alla precedente fino al tratto di intersezione con la mulattiera che sale da Montecreto (antica carrettiera dei mercanti). Si continua a scendere seguendo le indicazioni del Pino Solitario attraversando un bel tratto di bosco. Il fondo è meno sassoso rispetto alle due precedenti ma non mancano tratti smossi e passaggi tecnici ardimentosi. 




E' un percorso ideale per biker della vecchia scuola dove l'istinto è fondamentale quanto la tecnica.





Panoramicamente è la più suggestiva delle tre, un bel balcone panoramico si presenta all'altezza del Pino Solitario, un bell'albero secolare facilmente riconoscibile perchè situato in piena curva all'incrocio con la mulattiera. Si arriva nel parcheggio della funivia di Montecreto.


Articoli Correlati:
Speciale Appennino Modenese...   

7 itinerari all mountain. L'Appennino modenese tra la Via Gotica e..
9788892605923
IBS IT
7.650000095367432EUR
2.8
3 - 4 gg
   

Nessun commento:

Posta un commento