venerdì 26 maggio 2017

4 buoni motivi per diventare meccanici fai da te

Se siete soliti portare la vostra bici dal dottore ad ogni indizio di malfunzionamento, provate a riflettere su queste considerazioni che potrebbero cambiare in meglio il vostro approccio alla MTB.

Perchè un biker dovrebbe diventare un meccanico fai da te ed avere una propria officina dove effettuare le riparazioni? 


Partiamo da un presupposto: oggi, grazie alla maggior diffusione di informazioni permessa da Internet, tutto si può fare in casa. E' vero la Mountain Bike è uno strumento complesso nel suo insieme ma è composto da tanti elementi semplici che, se analizzati uno ad uno, non nascondono nessun mistero irrisolvibile anche per principianti.


Pertanto non stancatevi mai di cercare tutorial in rete. Affinate la vostra capacità di ricerca delle parole chiave associata al gergo tecnico: per esempio se cercate informazioni su come regolare il cambio cercate deragliatore posteriore e non semplicemente cambio. Certe volte per acquisire questa conoscenza specifica basta porre una domanda nei forum o su FB, o cercare sui siti di vendita on line, magari leggendo le recensioni.


Passiamo ad un'altra questione: molti affermano di "non avere tempo per stare dietro alla bici", oppure "la porto dal meccanico perchè faccio prima". Il tempo è un fattore molto relativo da questo punto di vista: lasciare la propria bici in assistenza può significare non rivederla per giorni. E' vero che una specifica operazione porta via un sacco di tempo solo per capire dove mettere le mani, ma intanto la bici non si è mossa di casa.   



Quali sono le ricadute positive del "fai da te"? Si tratta di vantaggi non quantificabili ma di importanza inestimabile. A partire dalla maggior confidenza con la bici ed un maggior senso pratico quando si tratta di gestire emergenze e brutte sorprese. Inoltre imparerete a conoscere le esigenze della vostra bici e a prevenire i rischi: per esempio effettuando una manutenzione regolare su tutti gli ingranaggi.



IT - 300x450

Ultimo ma non certo meno importante è l'aspetto economico: un meccanico professionista, giustamente, vuole essere remunerato. Se oltre ai vantaggi di cui sopra ci aggiungiamo che nessuno vi mostrerà la parcella, allora il quadro dei vantaggi è completo.  






Resta il fatto che per operazioni complesse e delicate come per esempio la revisione della forcella o la sostituzione delle cartucce è meglio affidarsi a mani esperte.


Nessun commento:

Posta un commento