venerdì 9 dicembre 2016

Enduro Scaligero: i migliori track a due passi da Verona

A pochi chilometri dalla città di Romeo e Giulietta si diramano una serie di valli sormontate da piccole ma sinuose colline ricoperte da vigneti ed uliveti, e dal bosco originario là dove la natura è troppo aspra per essere lavorata dalla mano dell'uomo. Potrebbe non sembrare una cornice del tutto idilliaca per gli amanti della mountain bike, ma grazie al prezioso lavoro degli appassionati locali le ruote grasse posso sfrecciare lungo sorprendenti trail!


GIF 300x250


Introduciamo allora queste quattro tracce GPS scelte tra le più frequentate nel panorama veronese. 


Banner standard  Generico 234 x 60


Ricordiamo che per scaricare la traccia basta cliccare sul titolo sopra la mappa ed iscriversi a Tripkly per chi non l'avesse ancora fatto.

La prima si svolge in Val Squaranto nella frazione di Mizzole ad una manciata di chilometri a Nord Est del capoluogo scaligero.
Si tratta di 3 anelli ad alta intensità sia in salita che in discesa. Ogni discesa ha una denominazione: si parte con la “toracica”, a cui si giunge dopo una salita impervia che alterna asfalto e fondo naturale. E' caratterizzata da un fondo scorbutico con diversi passaggi su roccia che richiedono buon polso. La seconda è la “Alby”, situata sul lato opposto: si raggiunge dopo 4 km di strada provinciale. Discesa per gusti flow con suggestivi passaggi tra secolari ulivi.
Dulcis in fundo la “Piramide”: probabilmente la più divertente delle tre, molto varia e con affascinanti passaggi tra gallerie di alberi.


Ulivo secolare


Discesa Toracica



                              Christmas Gifts - 300x250 




Gli altri due itinerari si svolgono in una valle parallela: la Val Pantena, una propaggine di terra lessina che si estende verso la pianura.
Qui un sentito ringraziamento va all' associazione Teste di Marmo (TDM) che ha creato un circuito completo utilizzato come arena di una Prova Speciale di enduro. 
Si tratta di due anelli sul versante orientale della vallata con discese veloci interrotte da frequenti passaggi tecnici su roccia specialmente nella prima parte con il trail "Maioconi". Molto più scorrevole il tratto "Mericani" che si congiunge in una unica discesa con la "Zack": immersa nel bosco e caratterizzata da passaggi su rampa per gli amanti del genere.


Track ben segnalati

Sentiero con rampe





Da questi itinerario si può vedere una panoramica dell'itinerario successivo, ed in particolare di quel Ponte di Veja (un ponte naturale creato dall'erosione dell'acqua e che è anche importante sito archeologico) che ne è l'attrazione principale. Ad una prima fase quasi cicloturistica che porta alla scoperta di questa imperdibile meraviglia della natura segue un finale scoppiettante in una delle discese più adrenaliniche del comprensorio: è il sentiero della Sengia che scorre in mezzo alla roccia contornato da canyon e pareti verticali; solo i veri enduristi riusciranno a superare le numerose placche rocciose in sella! 

pub


Ponte di Veja

Sentiero della Sengia




Concludiamo con quello che è il più famoso ed anche il più impegnativo degli itinerari: Monte Pastello, un vero itinerario di montagna con una prima lunga ed impegnativa salita per conquistare i 1.000 metri slm della cima ed una discesa decisamente tecnica e divertente: abbastanza flow nella prima parte decisamente più rocciosa nel finale.



Cava del Monte Pastello


Spunti bibliografici:

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina