mercoledì 20 dicembre 2017

Continental Trail King: il re dell' All Mountain

Un secolo di esperienza nel settore gomme e le solide basi dell'ingegneria tedesca sono uno di motivi per cui vale sempre la pena sperimentare gomme MTB Continental. Avevamo già messo alla prova con discreti risultati il Mountain King, perchè non testare anche il Trail King? 




Rispetto al Mountain King la tassellatura appare subito più compatta anche se il gap tra le coppie di tasselli centrali appare sempre molto accentuata, e per questo motivo scegliamo ancora una volta di indossarla al posteriore.

Come banco di prova abbiamo scelto Sestri Levante: la varieta di fondo unita all'instabilità meteorologica hanno regalato subito un test a 360°.

Le specifiche


Abbiamo scelto il modello base ovvero lo SPORT (prodotto in tutte e tre le dimensioni) puntando ovviamente sulla larghezza massima, ovvero 2.4". Qui la prima nota positiva: è un 2.4" vero (6 cm reali), su cui fare affidamento quando serve una spalla alta ed un battistrada robusto per un All Mountain degno di questo nome. 


  
La casa madre consiglia un gonfiaggio molto alto pari a 3,4bar. Trattandosi di un tubeless ready si potrebbe aprire un discorso molto ampio, in ogni caso abbiamo visto che anche a 2,5bar in discesa (con camera d'aria) la tenuta è ottima. 
Link diretto alle specifiche sul sito della casa madre 
https://www.continental-tires.com/bicycle/tyres/mountainbike-tyres/trail-king-sport

Aderenza

Si rivela sin da subito come una gomma poliedrica e versatile. I tasselli sono in schiera compatta ed hanno funzioni complementari. 


Sono due coppie di tasselli centrali di cui una allungata e con intagli verticali: due caratteristiche che favoriscono la transizione (ovvero quella fase in cui piegando la ruota si passa gradualmente all'appoggio sui tasselli laterali); un aspetto che abbiamo molto apprezzato sui tortuosi sentieri di Sestri L.


I due tasselli centrali più corti presentano invece intagli a "V" che rendono la gomma molto aderente in piega e non fanno mancare il giusto grip nelle staccate.

Il gap tra la schiera di tasselli è abbastanza ampio: una caratteristica che permette di mantere la ruota pulita anche su fondo melmoso. 




Scorrevolezza

Sarebbe legittimo aspettarsi l'effetto trattore da una gomma così artigliata, in realtà la scorrevolezza è più che buona, e nemmeno su asfalto si avvertono fastidiose vibrazioni. Ottima invece la trazione su terreni difficili, anche umidi. 

                 
 

Rapporto qualità prezzo

Senza dubbio la versione SPORT è quella che meglio combina le esigenze della bici con quelle del portafoglio. La mescola ovviamente non è di qualità eccellente ma rimane un prodotto più che dignitoso per chi non nutra velleità agonistiche.

Come abbinarlo all'anteriore ? La combinata che suggeriamo è con Maxxis Minion DHFMagic Mary


Dove acquistare:


                   Vai all'indice con tutti gli articoli sulle gomme


SEGUI Enduro Senza Fretta su 

 Enduro Senza Fretta FB

4 commenti:

  1. Come anteriore da abbinare a questa x un uso all mountain cosa o?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco, il corrispettivo sull'anteriore potrebbe essere il Magic Mary o il Minion DHF

      Elimina
  2. Risposte
    1. grazie per il tuo commento, abbiamo aggiunto la risposta nell'articolo

      Elimina